Generazione Aurunca: la voce di un territorio da anni inascoltato
Views: 44
0 0
Read Time:4 Minute, 50 Second

Ci sono molti territori in Italia dove la politica e le istituzioni si ricordano dell’esistenza solo in concomitanza delle tornate elettorali, in particolare quelle amministravive.

Tra questi territori c’è la parte nord del casertano, che annovera diversi paesi anche di media consistenza a livello di popolazione residenziale, come Sessa Aurunca (CE), che conta oltre 25mila abitanti, senza dimenticare Cellole, Carinola, Roccamonfina, Conca della Campania, Galluccio, Teano e Falciano del Massico, e quelli della parte sud del Lazio come Castelforte e Santi Cosma e Damiano. Per quanto concerne la concentrazione di persone, nel periodo estivo, la fascia litoranea che va da Scauri a Baia Domizia, moltiplica eponenzialmente le presenze sul territorio.

Nel 2011, per dare voce  a questi territori, nasce il “Movimento Generazione Aurunca”, cercando di andare oltre le logiche dei vecchi partiti, di unire giovani e meno giovani di tutto il territorio Aurunco, sulla base di principi e di valori condivisi. Il movimento, che nasce grazie alla volontà di un gruppo di persone tra cui l’Avv. Alberto Verrengia e l’Avv. Giuseppe Ardone, attuale presidente, si è posto l’obiettivo di dare voce alla cittadinanza, cosa che nel corso degli anni, dal 2011 anno di fondazione ad oggi, è cresciuto in modo esponenziale.

Al centro i social media, che fungono da sensore e megafono del territorio, dando la possibilitàa tutti di comunicare, informare delle varie problematiche o degli eventi,  promuomere il territorio e tanto altro.

Per meglio conoscere “Generazione Aurunca”, abbiamo sentito Alberto Verrengia e Giuseppe Ardone.

Avvocato Alberto Verrengia, lei nel 2011 ha cofondato “Generazione Aurunca”, partita come pagina di informazione e di citizen journalism, per poi divenire vero e proprio punto di riferimento per i cittadini dell’area zona nord della provincia di Caserta e del basso pontino. Ci spiega come è nata questa iniziativa e come si si è evoluta nel corso degli anni?

All’inizio dello scorso decennio era in atto una trasformazione informativa e sociale con l’avvento dei social e della multimedialità. Il movimento Generazione Aurunca fu precursore di questa nuova era, divenendo al contempo informazione ma anche interazione sociale, culturale e politica con il territorio. In pochi anni siamo divenuti la voce della cittadinanza che non ha mai avuto rappresentanza e che vive problematiche amministrative e sociali da decenni.

Ci riassumete alcune delle tante iniziative che avete intrapreso?

Le fasi di Generazione Aurunca sono state diverse e tutte con il medesimo obiettivo: tutelare il territorio in maniera costante. Crediamo che l’iniziativa più rilevante di questi ultimi anni, sia stata quella relativa alla pericolosa Discarica La Selva, che grazie alle nostre inchieste, alle pressioni istituzionali con la convocazione della Commissione Terra dei Fuochi, il mostro ecologico è stato inserito nel piano regionale bonifiche. Inoltre, pensiamo sia stato altrettanto significativo l’aver dato voce ai borghi più piccoli, prima totalmente dimenticati. Infine, sono apprezzate anche le battaglie sulla trasparenza amministrativa relativamente a bandi, concorsi ed incarichi. In poche parole, da quando esiste Generazione Aurunca, non è più agevole da parte della “politica” gestire il potere per i propri interessi alle spalle dei cittadini.

Di recente, con l’esplosione della guerra in Ucraina, avete creato e strutturato una rete di aiuto con diverse associazioni ed Enti del territorio, di informazioni, accoglienza e tanto altro per i rifugiati, denominata “La Carovana Aurunca”. Può dirci come nasce questa iniziativa e farci il punto sui risultati ottenuti a circa tre mesi di distanza?

All’inizio della crisi umanitaria, nel mese di marzo 2022, quando le Istituzioni non si erano ancora organizzate adeguatamente, Generazione Aurunca, grazie al lavoro di amiche ed amici italiani ed ucraini, ha organizzato un sistema di informazione e di prima assistenza. Per fortuna, le autorità ecclesiastiche e pubbliche si sono immediatamente attivate per cui, il nostro contributo è servito solo per le prime emergenze come è accaduto con rifugiati giunti a Mondragone, Sessa o al confine rumeno.

Quale è l’attuale rapporto di interazione tra Generazione Aurunca ed i cittadini?

È un rapporto di continua collaborazione ed interazione su qualsiasi tematica. Ogni giorno al nostro staff, 24 ore sempre attivo, giungono richieste di ogni tipologia che cerchiamo sempre di segnalare e risolvere. Arrivano, però, non solo segnalazioni, ma anche richieste di promozione territoriale.

Per dare maggiore voce ai cittadini dall’interno delle istituzioni e per pungolarle, nelle ultime due elezioni al comune di Sessa Aurunca, Generazione Aurunca ha presentato ed eletto alcuni suoi rappresentanti, indipendenti dai vari partiti politici. Lei è stato rieletto anche nell’ultima tornata elettorale. Quali battaglie avete portato avanti e quali sono i risultati ottenuti?

Nel 2016 Generazione Aurunca si è proposta come alternativa al sistema dominante a Sessa Aurunca da un ventennio, godendo di un forte consenso e, per pochissimo, non siamo riusciti a scalzarlo. Da quel momento, la nostra è stata una presenza costante nelle Istituzioni locali per aver maggior voce ed efficacia negli obiettivi a tutela della collettività aurunca. Alle ultime elezioni, abbiamo avuto un egregio risultato, eleggendo, di nuovo, un consigliere comunale.

Presidente Avv. Giuseppe Ardone, di quanti soci si compone Generazione Aurunca e perché un cittadino dovrebbe aderire alla vostra associazione e come potrebbe farlo?

Il Movimento Generazione Aurunca è una associazione con diverse sfaccettature che, ad oggi, è composta da decine di soci e da moltissimi simpatizzanti. Dal punto di vista dell’organigramma esiste un Presidente, un Direttivo e l’assemblea dei soci, oltre al Gruppo Consiliare di Sessa Aurunca. Dal punto di vista mediatico, poi, contiamo sui followers nelle varie diramazioni: la pagina Facebook, il portale web, Instagram, Twitter e Youtube. L’adesione è semplice ed è possibile attraverso la sottoscrizione di una tessera dal costo simbolico. Un motivo per aderire a Generazione Aurunca? Forse, perché, questa comunità da oltre 11 anni rappresenta l’unica voce di un Territorio da anni inascoltato.

 

 

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 42 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: