L’Italdonne si qualifica al Rugby World Cup “New Zeeland 2021”

L'Italdonne si qualifica al Rugby World Cup "New Zeeland 2021"
Views: 312
0 0
Read Time:3 Minute, 24 Second

Continua lo stellone che questa estate accompagna lo sport azzurro e non poteva certo abbandonare le nazionale femminile di rugby.

Giornata campale al Lanfranchi di Parma per le azzurre per la terza ed ultima giornata del Torneo di Qualificazione Europeo per i mondiale in Nuova Zelanda, inizialmente previsti per quest’anno ma rinviati per la pandemia. Prima in campo, dove Fuirlan e compagne hanno battuto le spagnole 34-10 e poi a soffrire sugli spalti per Irlanda-Scozia.

Prima di quest’ultimo match, ad essere realisti, le possibilità di qualificazione dell’Italia erano ridotte. La sconfitta patita contro l’Irlanda aveva fatto girare il pronostico verso le irlandesi. Le irlandesi, dopo aver superato proprio l’Italia nel secondo turno, erano le favorite e con una vittoria da cinque punti avrebbero raggiunto le Azzurre al comando, garantendosi il passaggio ai Mondiali in virtù del successo nello scontro diretto. Non restava che guardare e sperare.

A volte ciò che si da per scontato non si realizza nella realtà e fortunatamente questa volta è andata proprio così.

Una Scozia che non ti aspetti, che dopo la vittoria dell’Italia sulla Spagna era ormai fuori dai giochi. Le scozzesi offrono una prestazione fatta di cuore, sacrificio e fisicità anche dopo il primo quarto di gara erano sotto per 5-0, allontanando ancora di più il sogno azzurro. Da questo momento il match cambia ed il filo del gioco passa nelle mani delle le scozzesi che chiudono il primo tempo in vantaggio 5-8.

L’Irlanda non ci sta e nella ripresa accelera e si porta in vantaggio, dando l’impressione di poter allungare e chiudere la partita. Ma non è così. Un nuovo sussulto delle highlander che prima lottano per rimanere in partita e nel finale operano anche il sorpasso, sulle irlandesi che vengono sconfitte 18-20.

Al fischio finale le azzurre ed il pubblico sugli spalti impazziscono di gioia. La felicità pe aver conquistato l’accesso diretto ai mondiali è indescrivibile, cosi come è indescrivibile la commozione che si legge nei volti delle ragazze de le CT Di Giandomenico.

Un finale imprevisto e per questo ancora più bello. Un lezione di sport quella data oggi dalle ragazze scozzesi che seppur scese in campo contro l’Irlanda sapendo che per loro era impossibile qualificarsi, hanno giocato e lottato come se questo obiettivo era invece ancora alla loro portata.

Avremmo comunque esternato la stessa considerazione anche se alla fine il risultato non ci avrebbe sorriso. Lo sport, in senso lato, va sempre onorato ed oggi questo hanno fatto le ragazze scozzesi. Senza dimenticare che avranno comunque la possibilità di accedere al torneo di ripescaggio che si svolgerà nel prossimo inverno.

“Questa vittoria, questa qualificazione, significava tutto per noi. L’abbiamo conquistata e meritata, è una gioia che in questo momento è difficile anche solo descrivere. La Scozia ci ha fatto un grande regalo, ma abbiamo posto tutte le basi perché ciò accadesse. Sono orgogliosa, non so dire quanto” ha dichiarato a qualificazione acquisita la capitana dell’Italdonne, Manuela Furlan.

Parma, Stadio “Sergio Lanfranchi” – sabato 25 settembre
Rugby World Cup Qualifier, III giornata
Italia v Spagna 34-10
Marcatrici: p.t. 13’ m. Gai tr. Sillari (7-0); 16’ m. Sillari (12-0); 30’ cp. Sillari (15-0); 34’ cp. Garcia-Rodriguez (15-3); s.t. 15’ m. Argudo-Llobregat tr. Garcia Rodriguez (15-10); 21’ m. Duca tr. Sillari (22-10); 35’ m. Madia (27-10); 39’ m. di punizione Italia (34-10)
Italia: Ostuni-Minuzzi; Furlan (cap), Sillari (39’ st. D’Incà), Rigoni, Stefan; Madia (35’ st. Muzzo), Barattin; Giordano, Franco (14’ st. Sgorbini), Arrighetti (39’ st. Veronese); Duca, Fedrighi (35’ st. Locatelli); Gai (39’ st. Seye), Bettoni (35’ st. Vecchini), Maris (35’ st. Merlo)
Spagna: Garcia-Gala; Dominguez-Sanchez (31’ st. Garcia), Arana (31’ st. Aguirre-Diez), Llobregat, Echebarria-Fernandez; De Corres del Rio, Rodriguez (22’ st. Diaz-Martin) ; Alameda Garcia Moreno, Calvo Balaguer, Fernandez-Fresneda; Castelo Mejuto (22’ st. Medin-Lopez), Delgado (11’ st. Castellucci-Ocana); Duenas (cap, 22’ st. Brus), Rodriguez (11’ st. Rico-Vazquez), Juarena Acha (11’ st. Herrera)
arb. Davidson (Scozia)
Cartellini: 39’ st. giallo Castellucci-Ocana

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 44 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: