Subiaco dedica una piazza all’Eroe della Terra dei Fuochi Roberto Mancini

Subiaco dedica una piazza all’Eroe della Terra dei Fuochi Roberto Mancini
Views: 273
0 0
Read Time:1 Minute, 50 Second

Il 19 settembre, alle ore 11.00, presso via Milazzo, sarà intitolata una piazzetta a Roberto Mancini, Sostituto Commissario della Polizia di Stato e Medaglia d’oro al Valor Civile per la sua lotta alla mafia e allo smaltimento illegale di rifiuti tossici nella “Terra dei Fuochi”.

Un’intitolazione voluta fortemente da tutta la Comunità sublacense che si è adoperata con tanti contributi individuali e associativi, assieme al Comune di Subiaco per giungere a tale risultato.

La Giunta comunale, con delibera n. 4/2020, ha accolto la proposta dell’istituzione della “piazzetta Roberto Mancini”, alla quale ha fatto seguito l’accoglimento da parte della Prefettura di Roma.

Alla cerimonia di intitolazione interverranno:

  • Il Sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia
  • Il Questore di Roma, Mario Della Cioppa
  • Il giornalista e autore del libro “Io, morto per dovere” su Roberto Mancini, Nello Trocchia
  • Il Prof. Carlo Della Rocca, Preside di Farmacia e Medicina, La Sapienza, amico di Roberto Mancini
  • L’Assistente Capo della Polizia Alessandro Magno, collega di Roberto Mancini

Medaglia d’oro al Valor Civile, il Sostituto Commissario della Polizia di Stato Roberto Mancini vuole essere così ricordato dalla Comunità di Subiaco, per essersi prodigato nell’ambito della lotta alle ecomafie, con straordinario senso del dovere ed eccezionale professionalità nell’attività investigativa per l’individuazione, nel territorio campano, di siti inquinati da rifiuti tossici illecitamente smaltiti. L’abnegazione e l’incessante impegno profuso, per molti anni, nello svolgimento delle indagini gli causavano una grave patologia che ne determinava prematuramente la morte. Mirabile esempio di spirito di servizio e di elette virtù civiche, spinti fino all’estremo sacrificio.

Nel 1992, dopo l’avvio delle indagini avviate dalle confessioni del pentito Nunzio Perrella, il Commissario Roberto Mancini con un piccolo gruppo di collaboratori contribuì a “scoperchiare” una realtà che si è purtroppo rivelata peggiore del previsto.

Nel 2002, dopo l’esposizione nella Terra dei Fuochi, gli venne diagnosticato un linfoma che lo porterà, dopo 12 anni di cure e lotte quotidiane, alla morte nel 2014, all’età di 53 anni.

Definito da tutti “il poliziotto Eroe della Terra dei Fuochi”, la sua storia ha ispirato la fiction prodotta da Rai 1 “Io non mi arrendo” con Beppe Fiorello nei panni di Roberto Mancini.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 88 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: