Alessandra Dubbini la prodiera delle Fiamme Gialle di Gaeta campionessa juniores europea e mondiale nel 470

Alessandra Dubbini la prodiera delle Fiamme Gialle di Gaeta campionessa juniores europea e mondiale nel 470
Views: 206
0 0
Read Time:4 Minute, 45 Second

Alessandra Dubbini, quasi 23 anni, bergamasca, atleta delle Fiamme Gialle, appresenta in futuro delle vela azzurra. Una estate da incorniciare per la prodiera del Gruppo Vela della Guardia di Finanza di stanza a Gaeta. In meno di un mese, insieme al suo compagno Marco Gradoni, ha vinto mondiale ed europeo juniores nella classe 470, categoria mixed.

La Dubbini, ha stupito ancora una volta. Oculata la scelta federale di creare l’equipaggio Dubbini/Gradoni, visto che il 470 mixed sarà  specialità olimpica a Parigi 2024. Marco Gradoni è considerato un ragazzino prodigio che,  unico nella storia, ha conquistato per tre volte di seguito ( 2017, 2018, 2019) il Campionato del Mondo della super- competitiva Classe Optimist, quella che inizia  alla vela i giovanissimi di tutto il mondo.

La velista delle Fiamme Gialle, all’epoca tesserata per il CV Toscolano Maderno, in coppia con l’atleta dello Yacht Club Italiano Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (CV Toscolano Maderno) avevano conquistato il titolo mondiale giovanile nel 2015 e quello di Campionesse Europee Juniores 470 nel 2016.

Come svolge la vita quotidiana di una atleta? Questa ed altre domande le abbiamo poste alla Dubini.

Alessandra Dubbini come nasce l’amore per la vela?

Dopo una prima esperienza al CICO 2013 (campionato italiano classi olimpiche) a gennaio ho cambiato timoniera e ho iniziato una nuova avventura con Benedetta. Siamo riuscite subito insieme a ottenere buoni risultati a livello nazionale entrando nella squadra giovanile italiana, e abbiamo concluso in 8ª posizione il campionato mondiale giovanile 2014 a Cervia.

A livello scolastico sto frequentando il liceo scientifico statale della mia città (Bergamo) e a settembre inizierò la classe terza. Spero nei prossimi tre anni di riuscire a conciliare studio e vela entrambi ad alti livelli come sono riuscita a fare finora. 

Nella maggior parte del mio tempo libero pratico altri sport a cui mi sono appassionata come il tennis, il kiteboard o il wakeboard. 

Ci spiega i suoi primi passi e cosa l’ha spinta verso la Classe 470?

Sulla classe Optimist ebbi ottimi risultati nella categoria under 12. All’ età di 14 dato che ero cresciuta abbastanza a livello fisico passai a una barca doppia emergente (Feva). In questa classe feci due campionati mondiali, uno concluso in 9ª posizione assoluta e 2ª posizione femminile. Nell’ estate del 2013 nonostante essendo molto giovane sono passata in 470 come prodiera. 

Vuole spiegare le peculiarità della Classe 470 a tutti coloro che sono al primo approccio con il mondo della vela?

La classe 470 è una classe di vecchia data, un po’ old style con velocità basse e un ritmo di regata lento dove la strategia e la tattica la fanno da padrone. E’ una barca con tantissime regolazioni.

Nonostante la giovanissima età sono diversi anni che gareggia a livello internazionale, ora è arrivata ai vertici della Classe 470 Juniores, insieme a Marco Gradoni. Quali sono state le sue prime vittorie a livello nazionale ed internazionale e cosa ricorda?

Dopo una prima esperienza al CICO 2013 (campionato italiano classi olimpiche) ho iniziato una nuova avventura con Benedetta Di Salle. Siamo riuscite subito insieme a ottenere buoni risultati a livello nazionale entrando nella squadra giovanile italiana, negli anni successivi siamo state più volte campionesse Italiane, mondiali under 23 e il nostro miglior risultato a un mondiale è stato nel 2018 concludendo al 7 posto. Abbiamo ottenuto due podi in coppa del mondo.

In previsione delle prossime Olimpiadi di Parigi, dove il mixed prederà il posto delle gare maschili e femminili, ha iniziato a regatare con Marco Gradoni. Come nasce questo percorso?

Con marco il percorso è iniziato dopo aver perso i trials a Marzo per Tokyo 2020. Ero carica fin da subito e lo sono tutt’ora nell’iniziare subito al massimo in vista dell’obiettivo olimpico.

Il 2021 per lei è stato un anno fantastico. Nello scorso mese di luglio, con Marco Gradoni, arriva prima la vittoria nel campionato del Mondo Juniores a Sanremo e poi quella Europea, sempre Juniores, a Formia. Quali sono i prossimi obiettivi?

I prossimi obiettivi sono il Cico e la tappa di coppa del mondo a Palma di Maiorca che si terranno a fine settembre – inizio ottobre.

Nello sport il lavoro alla fine paga. Come si svolge la sua giornata?

Mi alzo, faccio un allenamento in palestra, preparo il pranzo, andiamo al circolo, prepariamo la barca per l’uscita, si mangia, 3 ore di allenamento in acqua, breve allenamento di scarico, debriefing e teoria video con allenatore, cena e via a nanna.

Come ha influito la pandemia nei suoi allenamenti?

Mi ha permesso di stare 60 giorni a casa di seguito, cosa che non succedeva da anni, è l’ho sfruttato per allenarmi molto fisicamente e su tutti gli aspetti teorici del mio sport.

Alla fine del 2018 si è arruolata nella Guardia di Finanza, entrando a far parte del gruppo sportivo della Fiamme Gialle. Ci racconta un episodio legato a questa nuova esperienza?

Lo scorso anno, nel 2020, ho dovuto fare l’esame da nocchiere che prevedeva prove pratiche e teoriche legate al nostro mondo, quello del mare. Ho scoperto nozioni e abilità che noi velisti di deriva non utilizziamo tutti giorni ma che un giorno ci potranno essere d’aiuto in mezzo al mare.

Si parla di vela solo nelle due settimane olimpiche o in occasione di eventi mondiali come l’America’s Cup. Quale consiglio si sente di dare ad un giovane che vuole approcciare a questa disciplina sportiva?

E’ uno sport che va molto oltre al valore atletico. Uno sport che ti insegna a vivere e ti rende una persona capace di cavarsela. Bisogna appassionarsi e quelle due settimane non basteranno mai per saziare la curiosità per la vela e il mare.

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 83 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: