Il Brescia castiga il Frosinone al 93′. Addio playoff? (Video interviste di Nesta e Vitale)

Il Brescia castiga il Frosinone al 93′. Addio playoff? (Video interviste di Nesta e Vitale))
Views: 237
0 0
Read Time:2 Minute, 22 Second

Il Frosinone che ha giocato a folate, avendo anche delle occasioni da gol che purtroppo non sono state concretizzate, deve cedere al 93′ al Brescia che fino a quel momento aveva giocato una partita accorta tetticamente, avendo le sue occasioni da gol.

Il calcio molte volte è cinico e chi sbaglia paga. Gol mangiato gol subito. Oggi è toccato al Frosinone che al minuto 85 ha l’occasione più importante della partita. Vitale dalla sinistra appoggia il pallone a Kastanos che si accentra e calcia di sinistro ma colpisce il palo. Sulla ribattuta Ciano colpisce male il pallone mandandolo alto sopra la traversa. Al 93′ la beffa. Pajac prende palla dopo un cross di Bjarnason, la passa per Ndoj che allungandosi riesce a toccare il pallone e ad infilare la rete difesa da Bardi.

Tre punti inaspettati per il Brescia e nulla per il Frosinone.

La partita aveva visto il Frosinone prevalere in fatto di occasioni da gol, ma se queste non vengono concretizzate ben che va si pareggia. Se invece, come oggi, l’avversario segna, allora esci dal campo al 90′ con le pive nel sacco.

Situazione da psicanalisi, il comportamento volitivo del Frosinone quando affronta squadre più forti o che la precedeno in classifica che diventa completamente impacciato e lento quando ha al cospetto squadre abbordabili o inferiori.

E’ un problema di valutazione o meglio di sottovaluazione, oppure si stratta di concentrazione o modo sbagliato di preparare le partite?

A questa domanda dovrebbero rispondere Nesta e la società.

Questo comportamento dal Dottor Jekyll e di Mister Hyde è veramente inspiegabile. Sono tante le occasioni buttate alle ortiche dal Frosinone durante la stagionne che potevano segnare la svolta in campionato. Le giornate passano, i punti da conquistare diminuiscono e il gap con l’ottavo posto, l’ultimo utile per accedere ai playoff, aumenta o se va bene rimane lo stesso.

L’accesso ai playoff è l’obiettivo minimo stagionale per il Frosinone. Non accedervi sarebbe un clamoroso insuccesso per allenatore, squadra e società, non foss’altro per l’organico presente.

La matematica non preclude (ancora) l’esclusione a giocarsi il terzo posto per la promozione, ma partite come quella di oggi vanno vinte.

Ora il Frosinone è chiamato a giocare due partite in sette giorni. Nel turno infrasettimanale sarà ospite al Bentegodi del ChievoVerona, oggi sconfitto a Lecce (4-2) ma ancora settimo a 42 punti a pari merito con la Spal che per gli scontri diretta è ottava. Sabato prossimo riceverà il Lecce che nelle ultime due partite ha segnato la bellezza di otto gol.

Se non siamo al redde rationem poco ci manca.

Intervista Nesta

Intervista Vitale

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 37 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: