Ciclismo: condannato ex medico del team Sky “ordinò testosterone per un corridore”

Ciclismo: condannato ex medico del team Sky "ordinò testosterone per un corridore"
Views: 405
0 0
Read Time:1 Minute, 10 Second
La senteza del Tribunale di Manchester che inchioda Richard Freeman, già capo del servizio sanitario del team Sky e della nazionale britannica, potrebbe cambiare la storia dell’ultimo decennio.
Dopo due anni di indagini il Medical Practitioners Tribunal Servive di Manchester ha condannato Richard Freeman che nel 2011 ordinò 30 confezioni di Testogel. Durante la varie fasi dell’inchiesta il medico inglese ha ammesso 18 delle 22  accuse mossegli, quali l’acquisto di testosterone vietato, l’aver mentito all’Agenzia antidoping del Regno Unito, l’aver fornito trattamenti inappropriati a personale del team Sky e della nazionale, di aver distrutto un laptop e di aver gestito in modo lacunoso e sospetto i registri dei suoi acquisti e delle somministrazioni.
Freeman ha sempre contestato invece le accuse relative alla consegna di 30 confezioni di cerotti al testosterone. Pur ammettendo di averlo ordinato, lo ha fatto credendo che  sarebbe utilizzato dall’ex allenatore del British Cycling e del Team Sky Shane Sutton per curare la sua disfunzione erettile. Un’asserzione che invece Sutton ha sempre e duramente negato. Il nome del corridore non è mai emerso ma alcune piste ricondurrebbero a Bradley Wiggins.
Ora questa sentenza potrebbe portare alla riscrittura dell’ultimo decennio del ciclismo, con il corridore che lo avrebbe utilizzato severemente punito e privato delle vittorie ottenute.
La condanna getta anche un pesante sospetto sull’operato del team Sky e su alcuni dei suoi ciclisti sui quali è sempre aleggiata l’ombra.
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 167 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: