Il Frosinone non sa più vincere e scivola dietro (intervista Nesta e Salvi)

Il Frosinone non sa più vincere e scivola dietro (intervista Nesta e Salvi)
Views: 200
0 0
Read Time:2 Minute, 17 Second

La vittoria in casa del Frosinone è un ricordo che risale al 15 dicembre dello scorso anno, poi solo sconfitte e pareggi.

Un ruolino di marcia quello delle squadra di Nesta che calza alla perfezione per una squadra che lotta per non retrocedere e non per chi ha ambizioni di promozione.

Le colpe fino ad oggi sono state del covid, degli attaccanti che non segnano, del modulo, ma ora questi problemi dovrebbero essere superati. Il massimo di giocatori contagiati c’è stato in prossimità della fine dell’anno. Il 3-5-2 era più ermetico ma l’attacco era sterile. Con la difesa a 4 si è aperta una voragine difensiva. E’ arrivato qualche gol in più ma dietro si balla e si prendono gol. Ora sono arrivati gli attaccanti, con il solo Immello, che comunque non giocava da dicembre e che sulla carta potrebbe raggiungere la doppia cifra. Millico e Brigonala sono giovani di belle speranze e quindi delle scommesse e come tali che possono riuscire oppure no.

Non è la prima volta quest’anno che il Frosinone regala un tempo agli avversari. Spesso, quando che stato la reazione tardiva, questa non è bastata a riacciuffare il risultato. Oggi, nonostante il gol di Salvi e le tre punte schierate nel finale, il Frosinone non è riuscito almeno a pareggiare e intanto la striscia negativa sale a nove partite di fila.

Per quanto concerne la partita il Venezia si è portato in vantaggio al 47′ con il bomber Forte. Ha raddoppiato al 51′ con Di Mariano. La reazione del Frosinone portava solo al gol della bandiera con Salvi al 61′, anche se alcuni danno il gol ad Iemmello che probabilmente ha toccato la palla quando aveva già oltrepassato la linea di porta.

Il Frosinone rimane fermo a 28 punti, -3 dal Lecce che all’ottavo posto occupa l’ultimo utile per i playoff.

La situazione non è definitivamente compromessa in ottica promozione, ma occorre una sterza e, cosa più importante, tornare a vincere.

Nesta deve punture su un modulo e non cambiarlo. Dalle ultime partite sembra essersi orientato sulla difesa a 4, con il modulo ad albero di Natale, che può trasformarsi nel 4-3-3.

Ora, se si decide di continuare con Nesta, c’è assoluto bisogno di fare un blocco unico, altrimenti meglio togliersi il dente subito, anche se in giro allenatori di livello disponibili scarseggiano.

Martedì ennesima partita difficile. Il Frosinone farà visita all’Ascoli che guardando gli ultimi risultati pare abbia ingranato la marcia verso la salvezza.

 

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
(Visited 26 times, 1 visits today)

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: